Cosa sono, quali sono

misto_legumi

Un ecotipo è una distinta varietà di un animale, una pianta o un altro organismo le cui caratteristiche sono strettamente collegate all’ambiente ecologico in cui vive. L’identità di un ecotipo è perciò associata al territorio. Il termine ecotipo è stato coniato nel 1922 dal botanico svedese Göte Turesson.

Gli ecotipi sono spesso di notevole importanza agronomica ed economica, in quanto impiegati sia per la conservazione del germoplasma e la tutela della biodiversità genetica, sia per la valorizzazione di prodotti tipici regionali.

In questa pagina parliamo in particolare di piante da cui l’uomo, spesso da millenni, ricava cibo dalle spiccate proprietà nutritive, ovvero prodotti destinati direttamente al consumo trascurando, per il momento, preparazioni sia dolci che salate.

Si tratta, in altri termini, di prodotti di nicchia, talvolta assai pregiati, che rispecchiano tendenze ed esigenze emergenti e che hanno una spiccata dignità culturale, condivise sia dai consumatori che dai piccoli produttori locali (si parla di agricoltura biologica, sistemi di coltivazione integrata, prodotti delle microfiliere aziendali, ecc). E, sopratutto, parliamo di cibi della tradizione gastronomica italiana.

Ecco alcuni esempi:

aglio-rosso-sulmona

L’aglio rosso di Sulmona

aglio_rosso_di_nubia

L’aglio rosso di Nubia

carciofo-del-vastese

Il carciofo del Vastese

cipolla-di-tropea

La cipolla di Tropea

asparago-di-bassano

L’asparago bianco di Bassano

lenticchia-di-castelluccio-di-norciaLa lenticchia di Castelluccio di Norcia