La cipolla di Tropea

cipolla-di-tropeaIl territorio storico di coltivazione della “rossa di Tropea” è, prevalentemente, la distesa del promontorio di Capo Vaticano, nel Comune di Ricani. Viene anche coltivata nel territorio compreso tra Nicotera, in provincia di Vibo Valentia, e Campora San Giovanni, nel comune di Amantea, in provincia di Cosenza.

E’ coltivata in queste zone da oltre duemila anni, importata dai Fenici. Il nome, però, deriva dallo scalo ferroviario di Tropea da dove partivano i vagoni carichi di cipolle destinati a tutto il mondo.

La cipolla di Tropea, che vanta la denominazione IGP fin dal 2008, deve il suo colore rosso al contenuto di antocianine (composti polifenolici solforati appartenenti alla famiglia dei flavonoidi). Ha forma rotonda o ovoidale e un sapore delizioso, leggero, raffinato e croccante.

Dal punto di vista nutrizionale va innanzitutto tenuto presente che la cipolla, al pari dell’aglio, contiene dei composti sulfurei.

La cipolla appartiene alla famiglia delle Liliaceae, genere Allium, specie Allium Coepa. E’ ricca di vitamine, in particolare A, B1, B2, C, E e di sali minerali. Fra questi meritano di essere menzionati il calcio, il magnesio, il fosforo, il ferro e il manganese. La cipolla contiene diversi fermenti, in grado di stimolare il metabolismo e di aiutare la digestione. Inoltre è un ortaggio ricco di flavonoidi, che svolgono un’azione antiossidante e mettono in atto soprattutto un effetto diuretico. Molto importante è anche la glucochimina, un ormone vegetale, che ha una spiccata azione antidiabetica.

Cruda, la cipolla è composta per il 92% di acqua, il 9% di carboidrati, mentre le proteine e le fibre sono pari a circa l’1%. I grassi non superano lo 0,1%. La cipolla ha 40 chilo-calorie per 100 gr. di prodotto.

La cipolla ha apprezzabili proprietà benefiche rappresentate soprattutto dal suo essere un antibiotico naturale con azione antisettica nei confronti dei batteri. Tutto ciò rende l’ortaggio un ottimo conservante e allo stesso tempo permette di depurare l’organismo, eliminando i parassiti dannosi presenti nell’intestino.

Agendo in questo modo, la cipolla favorisce la crescita della flora batterica intestinale. Ha un’azione stimolante, che facilita l’evacuazione. L’olio essenziale della cipolla può essere utile per favorire la circolazione, in quanto migliora la dilatazione dei vasi e si rivela ottimo per combattere la ritenzione idrica.

La cipolla di Tropea è particolarmente apprezzata in gastronomia specie per i soffritti, sott’aceto, nelle insalate miste con pomodori freschi, olive e origano. Oltre che componente principe di numerose ricette a base di carni, formaggi e uova è inoltre ingrediente fondamentale di alcune golosità calabresi tra cui gelati e una straordinaria confettura.

Leggi la ricetta

vedi anche: http://www.consorziocipollatropeaigp.com/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...