Ricette con carciofi del Vastese

carciofo-del-vastese
Carciofi del Vastese

leggi l’articolo 

1. Carciofi ripieni

I carciofi ripieni sono un classico della cucina mediterranea. E’ un piatto  ricco e nutriente, da presentare sia come antipasto che come contorno o sorprendente secondo. La croccantezza delle foglie esterne del carciofo che contrasta con il ripieno mordido e cremoso, assicurano un sicuro successo a tavola.

Ingredienti:

– quattro carciofi del Vastese
– mollica di pane g. 250
– parmigiano grattugiato (o pecorino abruzzese) g. 200
– sale un pizzico
– pepe nero un pizzico
– prezzemolo una manciata
– uova 6 o comunque quante ne assorbe il composto
– olio evo 3 cucchiai
– aglio uno spicchio

Preparazione:

Pulite i carciofi, privateli delle foglie più dure e tagliate il gambo in eccesso. Immergeteli in acqua fredda e aggiungete il succo di uno o due limoni (necessario per non fare annerire le foglie e il gambo ricchi di ferro).

Riempite una capiente pentola con circa mezzo litro d’acqua, aggiungete uno spicchio d’aglio, una manciata di prezzemolo, olio evo, un pizzico di sale e fate cuocere il tutto.

Intanto preparate il ripieno disponendo la mollica del pane in una ciotola, aggiungete in sequenza il formaggio grattugiato, pepe nero, prezzemolo tagliato finemente, uova, un pizzico di sale, olio evo.

A questo punto scolate per bene i carciofi, allargate le foglie e imbottite con il ripieno, quindi disponeteli nella pentola (con l’acqua già in fase di bollitura), coprite con un coperchio e lasciate cuocere per una quindicina di minuti.

2. Carciofi cotti senza acqua

Per questa ricetta è necessario disporre di una pentola a doppio fondo e di qualche splendido esemplare di carciofo del Vastese.

Preparazione:

Si tagliano i carciofi, privati delle foglie più esterne, in piccole porzioni che vanno lavate in acqua corrente e versate nella pentola a doppio fondo senza sgocciolarle. La pentola, chiusa con il suo coperchio, va posta sul fornello a fuoco lento.

Raggiunta l’ebollizione della poca acqua presente, si spegne la fiamma e si lascia a riposo per un’ora senza togliere il coperchio.

Gli ortaggi cotti con questo semplice metodo esaltano il loro gusto originale permettendo un’ottima degustazione senza l’uso di condimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...